Marica Fasoli | Scatole come opere d’arte, le ‘2 Anime’ di Marica Fasoli
15702
page-template-default,page,page-id-15702,page-child,parent-pageid-15495,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Scatole come opere d’arte, le ‘2 Anime’ di Marica Fasoli

Scatole come opere d’arte, le ‘2 Anime’ di Marica Fasoli

La Repubblica – Milano | 23 ottobre 2013

Scatole e camicie diventano opere d’arte, trasformandosi in involucri a cui l’uomo affida la propria interiorità: sono al centro delle opere dell’artista Marica Fasoli esposte dal 15 novembre al 15 dicembre ai Musei di Santa Giulia, a Brescia, nell’ambito della mostra ‘2 Anime’. La pittrice vuole far riflettere l’osservatore sulla contrapposizione tra essere e apparire e sull’eccessiva importanza data all’esteriorità nella società contemporanea. Per raggiungere questo obiettivo si affida a camicie indossate da personaggi invisibili e a scatole che contengono oggetti legati al mondo della memoria e dei ricordi. “È quasi come se quegli involucri altro non fossero che i luoghi dove l’anima trova il modo di manifestarsi – spiega Alberto D’Atanasio, curatore dell’evento – Tutti gli oggetti raffigurati da Marica Fasoli portano i segni del tempo. Ed è proprio questo logoramento che ne costituisce l’anima e che ci può rivelare molto dell’universo di chi attraverso quegli stessi oggetti rivive il suo passato” (Lucia Landoni)

Link: http://milano.repubblica.it/cronaca/2013/10/23/foto/scatole_come_opere_d_arte_le_2_anime_di_marica_fasoli-69243817/1/#1